Conservazione del vino: come farlo durare di più
03/05/24

Conservazione del vino: come farlo durare di più

Che piacere ricevere in regalo una buona bottiglia di vino e che soddisfazione acquistarne una dozzina dopo una degustazione tra i vigneti della cantina preferita. Peccato che poi si ponga l’eterno dilemma di come conservare il vino a lungo e correttamente. Se la cantina ideale esiste davvero, protetta da pietra e argilla che, sottoterra assicurano umidità e temperatura ottimali, è vero purtroppo che non tutti abitano in una cascina di campagna con tanto di locale così attrezzato dove conservare le bottiglie di vino. Quindi, se non vuoi più trovarti con la delusione di aprire una bottiglia di vino e scoprire che il suo sapore non è quello che doveva essere, devi conservare con cura le tue bottiglie di vino per aprirle al momento opportuno. Con i nostri consigli scoprirai come è facile conservare correttamente il vino, con o senza cantina.

Perché è importante conservare il vino

La conservazione del vino influisce direttamente sul mantenimento delle sue caratteristiche. Luce, temperatura, umidità, e persino l'orientamento della bottiglia hanno un impatto significativo sul sapore, sull'aroma e sulla complessità del vino. Una bottiglia conservata in condizioni non ideali può rapidamente trasformarsi, perdendo quelle qualità che lo rendono indimenticabile. Può sembrare complicato gestire questi elementi, in realtà con un po' di attenzione e le giuste informazioni, puoi facilmente trasformare un angolo della tua casa in una zona perfetta per la conservazione del vino.

5 regole per conservare il vino correttamente

Quando si tratta di mantenere il tuo vino in condizioni perfette, esistono cinque regole d'oro che devi tenere bene a mente. Con queste informazioni chiare, sarai in grado di preservare al meglio le qualità organolettiche del tuo vino, garantendoti un'esperienza ottima ogni volta che decidi di aprire una bottiglia.

  1. Temperatura Costante - La prima regola, forse la più importante, è mantenere il vino a una temperatura costante. Le fluttuazioni di temperatura possono accelerare l'invecchiamento del vino o danneggiarlo: troppo elevata o soggetta a variazioni ampie ha effetti dannosi sul vino. In cantina la temperatura rimane moderata e pressoché costante nel corso delle stagioni, ma non è così in cucina e in soggiorno. La temperatura ideale di conservazione si aggira tra i 12°C e i 14°C, ma se non hai a disposizione una cantina sotterranea ti serve una cantinetta refrigerata dedicata, meglio se con due zone di refrigerazione separate e con differente temperatura.
  2. Lontano dalla luce - Per conservarsi il più a lungo possibile, il vino deve essere completamente protetto dalla luce. Soprattutto quella diretta del sole può degradare la qualità del vino, alterandone il sapore e il colore. È per questo motivo che molte bottiglie di vino sono scure o vengono colorate. Conserva le tue bottiglie in un luogo buio o in una cantinetta refrigerata che protegge dalle fonti di luce diretta.
  3. Livelli di umidità adeguati- Ma oltre alla luce e alla temperatura, per conservare il vino bisogna fare i conti anche con l’umidità, fattore che ha una grande capacità di influenzare l'evoluzione del vino. Livelli di umidità troppo bassi che spesso ci sono in casa possono causare l'essiccazione dei tappi di sughero, permettendo all'aria di infiltrarsi nella bottiglia e rovinare il vino. Nelle nostre case di solito c’è un livello di umidità che oscilla tra 40 e il 60%, mentre il vino richiede un tasso di umidità più alto, che dovrebbe mantenersi intorno al 70%, unito a una buona ventilazione per prevenire la formazione di muffa. Tutti criteri che, nelle nostra abitazioni, possono venire rispettati solo all’interno di una cantinetta frigo.
  4. Posizione orizzontale delle bottiglie- Conservare le bottiglie in posizione orizzontale non è un vezzo, ma è un metodo efficace per mantenere i tappi umidi, prevenendo l'essiccazione e l'ossidazione del vino. Ecco perché le cantinette frigo sono dotate di ripiani progettati a questo scopo. Quando la bottiglia è conservata in posizione verticale, il vino non è a contatto con il tappo che il tempo si secca, si restringe, si sbriciola e lascia entrare aria nella bottiglia, provocando l’invecchiamento prematuro del vino. Questo consiglio è fondamentale ancora di più per i vini destinati a lunghe conservazioni.
  5. Minimizzare le vibrazioni- Questa è una di quelle cose che molte persone non sanno o di cui non tengono conto in maniera adeguata. Invece, le vibrazioni possono disturbare il sedimento in bottiglia, influenzando negativamente l'evoluzione del vino e alterando le sue qualità. Ecco perché è importante evitare di conservare il vino vicino a elettrodomestici che vibrano o in zone di grande passaggio e movimento, mentre conviene metterlo nelle cantinette frigo progettate per ridurre ogni vibrazione.

Per quanto tempo si può conservare il vino?

Quando si acquistano o si ricevono in regalo delle bottiglie di vino importanti, subito ci si chiede entro quando bisogna consumarle, o al contrario si immagina di conservarle per anni per stapparle in un’occasione speciale. La verità è che non esiste un momento ideale per aprire una bottiglia, perché la durata di conservazione del vino varia a seconda delle condizioni di conservazione.

Se conservi la tua bottiglia nella tua cantina dove sussistono le condizioni ideali che ti abbiamo spiegato, il vino invecchierà molto lentamente. Anche se non esiste una data di scadenza, fai attenzione, perché ci sono grandi vini capaci di rimanere inalterati per decenni, e altri che invece perdono proprio tutta il loro splendore dopo pochi anni. Ci sono vini che migliorano con l'età e altri che raggiungono il picco in gioventù, così come ci sono gli amanti degli aromi profondi sviluppati nel tempo e altri che preferiscono il sapore fruttato delle bottiglie giovani. Che tu sia un degustatore esperto o un appassionato da compagnia, ora hai tutte le informazioni che ti servono per sapere come conservare le tue migliori bottiglie di vino a lungo nel tempo, con l’aiuto di una cantinetta.

Articoli correlati

Il funzionamento del microonde: come usarlo correttamente

Come fare

Il funzionamento del microonde: come usarlo correttamente
Il microonde ha rivoluzionato la nostra vita di tutti i giorni, ma ti sei mai chiesto qual è il funzionamento alla base? Scoprilo nel nostro articolo.
Perché la lavastoviglie non asciuga i piatti

Come fare

La lavastoviglie non asciuga i piatti: cosa fare
La tua lavastoviglie lava perfettamente i piatti ma non li asciuga? Scopri nel nostro ultimo articolo come mai può succedere e come risolvere il problema!
L'asciugatrice non scalda i vestiti: cause e soluzioni

Come fare

Cosa fare quando l'asciugatrice non scalda i vestiti
L'asciugatrice ti consente di avere capi caldi, profumati e perfettamente asciutti. Cosa fare quando non li scalda più? Scoprilo nel nostro articolo!
Il funzionamento del microonde: come usarlo correttamente

Come fare

Il funzionamento del microonde: come usarlo correttamente

Articolo Precedente

Come fare

La lavastoviglie non asciuga i piatti: cosa fare

Articolo Successivo
Perché la lavastoviglie non asciuga i piatti