BlogHow ToSoluzioni Smart
Un confronto tra gli elettrodomestici di classe energetica A: convengono davvero?
14/04/22

Un confronto tra gli elettrodomestici di classe energetica A: convengono davvero?

Gli elettrodomestici di classe energetica A vengono considerati i migliori in commercio perché permettono di ottimizzare i consumi. Ma quanto consumano effettivamente e perché sono tanto convenienti?

Gli elettrodomestici sono diventati una parte irrinunciabile della quotidianità, fedeli alleati nella gestione della casa. Eppure, sapevi che la gran parte del consumo di energia domestica è generata proprio dal loro utilizzo? Ecco perché quelli appartenenti alla classe energetica A possono aiutarti a risparmiare in bolletta.

Ma quanto consumano effettivamente gli elettrodomestici di classe A e perché convengono?

Elettrodomestici di classe A: come riconoscerli

Prima di procedere con l’acquisto di un qualsiasi elettrodomestico, è bene controllare che appartenga a una classe energetica conveniente, come la classe A. Come capirlo? La classe energetica di ciascun elettrodomestico è riportata su un’apposita etichetta uniformata a livello europeo, insieme alla stima dei consumi annuali espressi in kWh.

A partire da marzo 2021, è entrata in vigore la nuova etichetta energetica obbligatoria su una vasta gamma di elettrodomestici. L’UE, infatti, ha stabilito uno standard applicabile a tutti gli elettrodomestici per facilitarne il confronto. Ecco perché nella nuova classificazione viene utilizzata una scala di colori, che va dal rosso per identificare quelli che consumano maggiormente (classe G) al verde scuro per i più performanti (classe energetica A). L’eliminazione di tutti i “+”, quindi, rende maggiormente comprensibile la lettura dell’etichetta e più severa la classificazione degli elettrodomestici.

Quanto consumano gli elettrodomestici di classe A e perché convengono

Per capire qual è realmente la convenienza degli elettrodomestici di classe A, ecco il consumo medio degli elettrodomestici più energivori in assoluto:

  • Un frigorifero con congelatore di classe A consuma circa 100 kWh all'anno, uno di classe G consuma quasi il triplo.
  • Una lavatrice in classe A che effettua 100 cicli di lavaggio a pieno carico con il programma Eco 40-60° consuma circa 50 kWh all’anno, la metà di una di classe G.
  • Il consumo del condizionatore si calcola anche in base al SEER, che indica l’efficienza energetica stagionale in modalità di raffreddamento: più è elevato, migliore è l’utilizzo di energia del climatizzatore. Mediamente, in classe A il SEER si attesta su 8 e il consumo energetico annuale per il raffreddamento sui 100 kWh. Nelle classi più basse il consumo può superare i 300 kWh annui.

Come monitorare i consumi dei tuoi elettrodomestici

Per utilizzarli al meglio, è importante tenere traccia del consumo dei tuoi elettrodomestici. Come riuscirci? Fortunatamente oggi ci sono applicazioni per smartphone che permettono di monitorare i consumi fornendo le informazioni più rilevanti.

È il caso delle soluzioni connesse di Candy che ti aggiornano sui tuoi consumi, informano sui programmi più utilizzati ottimizzando l’efficienza dei tuoi elettrodomestici.

Inizia subito a risparmiare energia, tempo e denaro con gli elettrodomestici classe A di Candy, senza alcun compromesso su qualità e prestazioni. Non a caso un elettrodomestico su quattro* di classe A venduto sul mercato europeo è a marchio Candy, che si pone così come leader del settore.

* Periodo Q4 2021 su carico frontale WM e WD in Italia, Francia, Portogallo, Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca.

Articoli correlati

Come organizzare un congelatore a pozzetto

How To, Soluzioni Smart

Come organizzare un congelatore a pozzetto
Leggete l'articolo per scoprire i nostri consigli, semplici e pratici, su come organizzare al meglio il vostro congelatore.
Consigli per un arredamento pet friendly

How To, Soluzioni Smart

Consigli per un arredamento pet friendly
Un mondo di consigli su come arredare la vostra casa se avete un amico a quattro zampe.
Come lavare le tende in lavatrice senza fare errori

How To, Soluzioni Smart

Come lavare le tende in lavatrice senza fare errori
Tutte le informazioni e i consigli utili per lavare le tende di casa senza rovinare tessuti e applicazioni.

How To

Piano a induzione hOn: tutto quello che puoi fare

Articolo Precedente

Gourmet

Riscaldare i cibi al microonde: come farlo nel modo corretto

Articolo Successivo