BlogSoluzioni Smart
Guida ai cicli di lavaggio della lavastoviglie: tipologie, durata e costi
11/07/22

Lavastoviglie: scopri il ciclo più corretto per la tua cucina

Esistono diversi cicli di lavaggio della lavastoviglie. A seconda del livello di sporco e della tipologia di stoviglie da lavare, conviene preferire l’uno o l’altro. Vediamo quali sono i cicli più utilizzati e che caratteristiche hanno.

Il ciclo di lavaggio della lavastoviglie va scelto con cura perché, a seconda dei casi, si possono ottenere risultati diversi. Le lavastoviglie moderne come quelle della collezione di Candy, infatti, forniscono un’ampia serie di programmi di lavaggio e funzioni diverse, ognuna progettata per specifiche esigenze di pulizia.

Quindi, niente panico se hai preparato una cena con tanti ospiti o hai cucinato un piatto elaborato! Ecco una guida utile per scegliere il ciclo di lavaggio corretto e ottenere il meglio dalla tua lavastoviglie.

I cicli di lavaggio più diffusi: quali sono e quando utilizzarli

Tra i tanti cicli di lavaggio, ce ne sono alcuni che possono tornare utili in diverse circostanze: vediamo quali sono e quando usarli.

Ciclo di lavaggio automatico

Il ciclo automatico è uno dei tipi di lavaggio più comuni nelle lavastoviglie moderne, in quanto risulta molto conveniente ed efficace. Solitamente lava a una temperatura che va dai 45 ai 65 gradi; in base alla reale quantità di sporco e di carico, i parametri del ciclo di lavaggio vengono adattati automaticamente. In questo modo viene garantito il miglior lavaggio, ottimizzando i consumi d'acqua e di energia. Questo programma è ideale nel caso di carichi misti con diversi livelli di sporco.

Ciclo di lavaggio Delicati

Cena elegante con piatti di porcellana e bicchieri di cristallo? Per le stoviglie più delicate sono da preferire i cicli di lavaggio che lavano senza correre rischi. Solitamente, questi cicli delicati sfruttano una pressione dell’acqua inferiore per evitare di danneggiare gli oggetti e mantengono la temperatura sotto i 45 gradi. Questo ciclo di lavaggio è indicato per carichi con un livello di sporco normale e non eccessivo, come nel caso dei calici di vino per esempio, mentre non è consigliato per le pentole.

Ciclo di lavaggio Eco

Come suggerisce il nome, si tratta di un ciclo di lavaggio eco-friendly che utilizza meno acqua ed energia, pulendo le stoviglie a una temperatura più bassa del normale. Per avere risultati comunque efficaci, il programma Eco impiega più tempo per completarsi. Il presente ciclo è adatto a carichi misti e con vari livelli di sporco e può, pertanto, essere utilizzato quotidianamente.

Ciclo di lavaggio intensivo

Questo ciclo è adatto al lavaggio delle pentole e di tutte le altre stoviglie che risultano particolarmente sporche. Di conseguenza, la pressione dell’acqua aumenta e la temperatura è più alta rispetto agli altri programmi (attorno ai 75 gradi). Usa questo programma per un carico particolarmente sporco e incrostato.

Ciclo di lavaggio breve

Il ciclo breve, come dice il nome stesso, è più rapido degli altri e permette di lavare le stoviglie in poco tempo (in media 30 minuti). Comodo vero? Ovviamente per ottenere buoni risultati le stoviglie non devono essere troppo sporche o unte. Il programma di lavaggio rapido è particolarmente indicato quando la tua lavastoviglie non è del tutto piena.

Ciclo di lavaggio igienizzante

Si tratta di un programma con funzioni igienizzanti e antibatteriche che, agendo ad alte temperature (minimo 75 gradi), rimuove non solo la sporcizia ma anche i batteri. Sono programmi da utilizzare saltuariamente, non tutti i giorni, per lavare a fondo biberon o altri oggetti che devono essere puliti a fondo e igienizzati con cura.

Ciclo per la pulizia della lavastoviglie

Come tutti gli elettrodomestici che utilizzano l’acqua anche la lavastoviglie è soggetta alla formazione di calcare, che si accumula e alla lunga rischia di comprometterne il funzionamento. Per una corretta manutenzione della lavastoviglie, oltre a effettuare un’accurata pulizia dei diversi componenti, sono ottimi alleati prodotti specifici come l’Anticalcare-Sgrassante-Igienizzante 3 in 1 di Care+Protect che rimuove il calcare, sgrassa ed elimina i residui prolungando così la vita dell’elettrodomestico. Inoltre, consente di limitare i consumi di elettricità riducendo la quantità di calcare all'interno della lavastoviglie.
Per ottenere il medesimo risultato, è fondamentale mandare di tanto in tanto un programma di lavaggio a vuoto per pulire a fondo la lavastoviglie. Di solito, le lavastoviglie moderne hanno un ciclo specifico per la pulizia che va utilizzato abbinato a determinati prodotti. Puoi trovare maggiori informazioni nel libretto di istruzioni dell’elettrodomestico in dotazione.

Quanto dura un ciclo della lavastoviglie

La durata di un ciclo di lavaggio può variare da un minimo di 24 minuti a un massimo di 4 ore. La scelta del ciclo più adatto dipende da questi tre fattori:

  • Livello di sporco delle stoviglie: se i piatti sono molto sporchi, incrostati o unti conviene scegliere un ciclo più lungo per assicurarsi di rimuovere tutti i residui.
  • Quantità di stoviglie da lavare: è bene scegliere un ciclo di lavaggio di durata più o meno lunga, a seconda di quanto è carica la lavastoviglie.
  • Temperatura dell’acqua: se si utilizza una temperatura elevata, lo sporco verrà rimosso più facilmente ma i programmi intensivi non vanno usati quotidianamente in quanto rischiano di rovinare le stoviglie.

Nel caso di una lavastoviglie connessa, questa procedura è alquanto semplificata. Con la funzione Snap&Wash di Candy, per esempio, ti basterà aprire l’app e scattare una foto del cestello carico per ottenere utili consigli che miglioreranno la tua esperienza di lavaggio. Infatti, potrai scoprire qual è il programma più rapido, efficiente e sicuro in base alla quantità, al tipo e al materiale del carico. Semplice, no?

Quanto costa un ciclo della lavastoviglie

Il costo di un ciclo di lavaggio della lavastoviglie può essere calcolato tenendo in considerazione alcuni fattori. Tra questi troviamo sicuramente il prezzo dell’acqua e dell’elettricità, ma anche il livello di efficienza dell’elettrodomestico utilizzato.

  • Costo dell’acqua: il costo dell’acqua cambia a seconda del comune di residenza, si tratta quindi di una voce di spesa difficile da quantificare in termini assoluti. In ogni caso, è bene risparmiare il più possibile acqua quando si lavano i piatti, non solo per tenere i conti sotto controllo, ma anche per evitare di sprecare una risorsa tanto preziosa.
  • Costo dell’elettricità: anche questa voce di spesa è piuttosto variabile in quanto dipende dal tipo di contratto sottoscritto, dal fornitore selezionato e dalle contingenze economiche. Il prezzo dell’elettricità è espresso in kWh.
  • Efficienza dell’elettrodomestico: le moderne lavastoviglie sono molto performanti dal punto di vista energetico, ciò significa che cercano di ottimizzare le risorse pur garantendo ottimi risultati.

Ora che i cicli di lavaggio della lavastoviglie non hanno più segreti, potrai non solo avere piatti e posate splendenti, ma saprai anche come prenderti cura del tuo elettrodomestico e risparmiare!

 

Articoli correlati

Organizzare al meglio dispensa e frigorifero

Come fare, Soluzioni Smart

Organizzare al meglio dispensa e frigorifero
Scopri come migliorare la gestione di dispensa e frigorifero con qualche segreto
cantinette smart

Soluzioni Smart

Cantinetta refrigerata per vino: la tua passione in una app
Tutto sulle cantinette refrigerate per vino Content Only di Candy.
Cosa succede se carichi troppo la lavatrice e l'asciugatrice? I consigli per utilizzarle al meglio

Come fare, Soluzioni Smart

Cosa succede se carichi troppo la lavatrice e l'asciugatrice? I consigli per utilizzarle al meglio
Quanto riempire lavatrice e asciugatrice: consigli utili

Soluzioni Smart

Cantinetta refrigerata per vino: la tua passione in una app

Articolo Precedente

Come fare

In vacanza con il cane: come viverla al meglio

Articolo Successivo